Parti alla scoperta dell'Isola!

Oltre 40 giornate diverse e più di 100 località da visitare. Costruisci ora la tua vacanza!

Grazie ai Self-Drive Tour che abbiamo studiato, avrete la possibilità di guidare tra le strade più belle dell'Isola senza pensieri! Basta scegliere il Tour più adatto a voi, noi penseremo alle prenotazioni alberghiere ed a fornirvi le tracce GPS e tutte le informazioni necessarie per la vostra vacanza!

Stazione di partenza
Alghero
Olbia
Numero giorni
3
4
5
6
7
  • Stazione di partenza
    Olbia

    Smeralda Tour

  • Moto + Hotel
    da 160€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    3
    Km
    757
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Castelasardo - 251km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Infine abbandonerete il mare per fare rientro a Olbia, passando da strade più interne dove curve e bei paesaggi vi faranno scoprire da vicino la sub-regione della Gallura, famosa per i suoi selvaggi boschi di sughero.

    Giorno 2)Castelsardo-Olbia - 258km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante Su Gologone vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente del Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Rientrerete a Olbia passando dalla costa Est, attraversando Orosei e le rinomate località turistiche di Cala Liberotto, San Teodoro, Budoni e Porto San Paolo.

    Giorno 3)Olbia-Olbia - 248km

    Oggi vivrete un’esperienza ricca di storia e tradizioni. Andrete verso Ovest in direzione Pattada, dove potrete visitare il museo del famoso coltello Sardo “La Pattadese”. Proseguirete verso Burgos, cittadina medievale caratterizzata da case in mattoni con tetto a doppio spiovente e da vicoli stretti ed in salita che vi condurranno alla roccia dove sorge l'omonimo castello, nel bel mezzo della foresta che ne prende il nome. Per pranzo vi dirigerete verso Bitti dove Dario, storico oste del Ristorante "Su lithu" vi farà assaggiare le prelibatezze di questa zona. Nel pomeriggio rientrerete verso Olbia passando per Monti, attraversando km di coltivazioni vitivinicole per la produzione del “Vermentino”, ottimo vino bianco Sardo.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Orientale Sarda

  • Moto + Hotel
    da 198€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    3
    Km
    702
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente del Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatax-Arbatax - 229km

    Paesaggi selvaggi, boschi, panorami e tante, tante curve saranno i protagonisti di questa bellissima giornata tra le montagne del Gennargentu. L’itinerario di oggi vi permetterà di infatti scoprire alcuni tra luoghi più belli dell’isola, percorrendo delle strade che paiono disegnate su misura per i motociclisti. Iniziate il tour passando per Tonara, paesino di montagna dove viene prodotto il torrone: dolce tipico sardo creato da un impasto di mandorle, noci e miele. Successivamente raggiungete Aritzo, paese immerso nei boschi, è la capitale di produzione delle castagne. Nel pomeriggio continuate in direzione Est per rientrare verso Arbatax passando per Gairo Vecchia, un suggestivo paese abbandonato ai piedi di una montagna franante. 

    Giorno 3)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Mari e Monti

  • Moto + Hotel
    da 158€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    3
    Km
    619
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 2)Alghero-Gavoi - 194km

    Stamattina dirigetevi a sud verso Bosa percorrendo la litoranea Alghero-Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Vi aspettano infatti 53 Km di curve che costeggiano il mare della costa che unisce la Nurra al Logudoro che vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e per i suoi colori. Toccherete con mano come in quest’isola bastino pochi km per ritrovarsi in un luogo completamente diverso, a partire dal colore della terra fino a quello del mare. Da Bosa inizia il vostro viaggio verso il centro della Sardegna in direzione Aritzo, piccola cittadina costruita in cima alle montagne nel centro della Sardegna ed immersa tra boschi antichissimi che vi faranno dimenticare di essere su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo. Nel pomeriggio tornate verso Nord in direzione Gavoi, dove le montagne del Supramonte con le sue centinaia di curve ad alta quota vi faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Una volta giunti a destinazione concedetevi il meritato riposo soggiornando all’Hotel Taloro dove vi consigliamo una cena tipica sarda.

    Giorno 3)Gavoi-Olbia - 198km

    Superate le curve ed i paesaggi di montagna tra i boschi del Supramonte arriverete ad Orgosolo, dove potrete ammirare i famosi Murales e visitare “Sa domo e sos Corraine”, una casa museo al centro della cittadina nella quale la Signora Maria vi racconterà un della storia e delle tradizioni di questa bellissima parte di Sardegna. Proseguite verso i centri abitati di Oliena, Nuoro, Orune e Bitti dove, se siete affamati, potrete fermarvi per pranzo al bellissimo Hotel Ristorante Su Lithu. Nel pomeriggio fate rotta verso Olbia tenendo il mare alla vostra destra, percorrendo la parte Nord della SS 125 Orientale Sarda. Attraverserete le rinomate località turistiche di Budoni, San Teodoro e Porto San Paolo.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Profondo Blu

  • Moto + Hotel
    da 174€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    4
    Km
    922
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente del Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatax-Alghero - 228km

    Dirigetevi verso Nord Est, passando per Talana, Gavoi e Sarule, percorrerete chilometri e chilometri di curve immersi in paesaggi di montagna che vi condurranno fino a Bolotana. Pranzate a Bosa, caratteristico borgo di pescatori famoso per il suo porto canale e per il suo castello. Nel pomeriggio vi aspetta un pezzo forte dell’esperienza motociclistica in Sardegna: la litoranea Bosa - Alghero, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata da molti una delle strade più belle del mondo. 53 Km di curve che costeggiano il mare vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e colori. Una volta arrivati ad Alghero sarà d’obbligo un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, immergervi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 3)Alghero-Alghero - 234km

    Dirigetevi verso Villanova Monteleone, dove vi addentrerete nel cuore della Sardegna, attraversando la natura incontaminata della foresta Burgos in direzione Bono. . Nel pomeriggio fate tappa a Pattada per la visita del Museo di Storia e Tradizione Sarda nel quale, tra i numerosissimi oggetti, sono esposti i tipici coltelli Sardi: la Pattadese. Nel tardo pomeriggio fate rientro ad Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 4)Alghero-Olbia - 239km

    Dirigetevi verso il promontorio di Capocaccia dal quale potrete visitare il bellissimo belvedere che si affaccia sull’isola “Foradada” a ovest, e sulla baia di Porto Conte a est. Da qui potrete inoltre godere del suggestivo skyline della città fortificata di Alghero. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia “La pelosa”, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. La prossima tappa è Castelsardo: attraversate tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare poi alla litoranea che porta al bellissimo borgo medievale; vi consigliamo la visita al castello e a seguire il pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo pranzo, abbandonate il mare per dirigervi verso Olbia passando dall’interno: qui attraverserete i paesi di Perfugas, Tempio e Calangianus collegati tra loro da strade ricche di curve immerse in boschi di sughero, una delle caratteristiche della Gallura.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Da ovest a Est

  • Moto + Hotel
    da 174€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    4
    Km
    834
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Programma

    Giorno 1) Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 2) Alghero-Gavoi - 194km

    Stamattina dirigetevi a sud verso Bosa percorrendo la litoranea Alghero-Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Vi aspettano infatti 53 Km di curve che costeggiano il mare della costa che unisce la Nurra al Logudoro che vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e per i suoi colori. Toccherete con mano come in quest’isola bastino pochi km per ritrovarsi in un luogo completamente diverso, a partire dal colore della terra fino a quello del mare. Da Bosa inizia il vostro viaggio verso il centro della Sardegna in direzione Aritzo, piccola cittadina costruita in cima alle montagne nel centro della Sardegna ed immersa tra boschi antichissimi che vi faranno dimenticare di essere su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo. Per il pranzo vi consigliamo il ristorante "Aritzo". Nel pomeriggio tornate verso nord in direzione Gavoi, dove le montagne del Supramonte con le sue centinaia di curve ad alta quota vi faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Una volta giunti a destinazione concedetevi il meritato riposo soggiornando all’Hotel Taloro dove vi consigliamo una cena tipica sarda.

    Giorno 3) Gavoi-Arbatax - 161km

    Sarà una tratta all’insegna di strade e panorami mozzafiato nelle zone più ad alta quota dell’isola. Passerete per Fonni, unica località sciistica dell’isola, Gadoni, Seulo e Seui. Attraverserete inoltre Gairo Vecchia, un suggestivo paesino abbandonato ai piedi della montagna franante, dove il tempo pare essersi fermato. La parte guidata sarà più breve del solito per permettervi di arrivare ad Arbatax dove potrete vivere un’esperienza unica al ristornate Sant’Efisio, un posto apparentemente poco curato che vi saprà stupire per i suoi sapori tipici e per i suoi culurgiones, una tradizionale pasta fatta in casa. Godetevi poi un po’ di relax presso il Resort Saraceno, dove una spiaggia privata e una piscina sul mare vi lasceranno incantati.

    Giorno 4) Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Rocce rosse

  • Moto + Hotel
    da 204€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    4
    Km
    976
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1) Olbia-Tortolì - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Ala dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante Su Gologone vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente Su Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì. Le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2) Tortolì-Arbatax - 229km

    Paesaggi selvaggi, boschi, panorami e tante, tante curve saranno i protagonisti di questa bellissima giornata tra le montagne del Gennargentu. L’itinerario di oggi vi permetterà di infatti scoprire alcuni tra luoghi più belli dell’isola, percorrendo delle strade che paiono disegnate su misura per i motociclisti. Iniziate il tour passando per Tonara, paesino di montagna dove viene prodotto il torrone: dolce tipico sardo creato da un impasto di mandorle, noci e miele. Successivamente raggiungete Aritzo, paese immerso nei boschi, è la capitale di produzione delle castagne. Nel pomeriggio continuate in direzione Est per rientrare verso Arbatax passando per Gairo Vecchia, un suggestivo paese abbandonato ai piedi di una montagna franante.

    Giorno 3)Arbatax-Arbatax - 274km

    La giornata di oggi è all’insegna della cultura e della storia più antica della Sardegna. Dirigetevi verso Sud nel tratto della SS 125 Orientale Sarda che collega Arbatax a Muravera per poi addentrarvi verso il centro dell’isola in direzione Barumini dove non potete non far visita alla reggia nuragica: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo un pranzo veloce rientrate verso Arbatax passando attraverso una parte di Sardegna incontaminata con una bassissima densità di popolazione, nella quale la natura e gli animali al pascolo sono i veri padroni di casa.

    Giorno 4)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Da nord a sud

  • Moto + Hotel
    da 184€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    5
    Km
    1141
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente Su Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatax-Cagliari - 188km

    Da Arbatax dirigetevi verso Sud in direzione Muravera e Costa Rei, in questa zona potrete vedere e visitare alcune delle spiagge più belle dell’isola, lambite da un mare tra il verde smeraldo e l’azzurro cielo. Una volta arrivati a Villasimius percorrete la bellissima litoranea che conduce fino a Cagliari, la capitale dell’isola. Per pranzo vi consigliamo “Il Frontemare”, ristorantino di pesce al Poetto, la grandissima spiaggia cittadina. Nel pomeriggio potrete visitare l’elegante città, facendo una passeggiata nel centro storico e salendo sul castello con il suo belvedere che domina il golfo.

    Giorno 3)Cagliari-Portu Maga - 260km

    Fate rotta verso Sud Ovest in direzione Pula. Lungo il percorso non perdetevi la spiaggia “Baia Chia”, tra le più belle della Sardegna! Proseguite verso l’isola di Carloforte, un’ex colonia genovese dove, ancora oggi, le tradizioni liguri tra cui il dialetto genovese e la pesca del tonno sono vivissime. Qui potrete visitare il piccolo centro urbano con il suo lungomare e fare l’intero giro dell’isola, godendo di scorci di mare da favola. Una volta rientrati sulla terra ferma proseguite in direzione Masua attraversando tutta la provincia del Sulcis-Iglesiente, una zona mineraria ricca di cave abbandonate, attualmente tra le più povere dell’Isola. Arrivati a Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti dal vedere un enorme faraglione in mezzo al mare, si tratta del “Pan di zucchero”, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Dopo un pranzo veloce raggiungete Portu Maga per la notte. Ma le sorprese della giornate non sono ancora finite perché siete a pochi passi da Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa. Con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino è uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere!

    Giorno 4)Portu Maga-Alghero - 233km

    Oggi farete rotta verso Nord in direzione Torre dei Corsari, dove sabbia e panorami desertici sono i protagonisti di questa zona. Arriverete nelle calde pianure dell’oristanese, guidando tra enormi risaie e allevamenti per la produzione di latte. In cerca di un po di curve, vi spingerete verso il centro Sardegna passando per i centri abitati di Samugheo, Santulussurgiu e Cuglieri, per arrivare a Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Nel pomeriggio vivrete uno dei pezzi forti del vostro viaggio guidando nella tratta costiera che vi condurrà fino ad Alghero, capitale della Riviera del Corallo. La litoranea Alghero-Bosa, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata una delle strade più belle del mondo. 53 Km di curve che costeggiano la tratta di mare che unisce la Nurra al Logudoro vi colpirà, oltre che per la qualità del tracciato guidato, anche per i suoi profumi e colori. Una volta arrivati ad Alghero sarà d’obbligo un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, immergervi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 5)Alghero-Olbia - 239km

    Dirigetevi verso il promontorio di Capocaccia dal quale potrete visitare il bellissimo belvedere che si affaccia sull’isola “Foradada” a ovest, e sulla baia di Porto Conte a Est. Da qui potrete inoltre godere del suggestivo skyline della città fortificata di Alghero. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia “La pelosa”, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. La prossima tappa è Castelsardo: attraversate tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare poi alla litoranea che porta al bellissimo borgo medievale; vi consigliamo la visita al castello e a seguire il pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo pranzo, abbandonate il mare per dirigervi verso Olbia passando dall’interno: qui attraverserete i paesi di Perfugas, Tempio e Calangianus collegati tra loro da strade ricche di curve immerse in boschi di sughero, una delle caratteristiche della Gallura.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Alghero

    Panorami

  • Moto + Hotel
    da 171€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    5
    Km
    1168
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 2)Alghero-Alghero - 234km

    Dirigetevi verso Villanova Monteleone, dove vi addentrerete nel cuore della Sardegna, attraversando la natura incontaminata della Foresta Burgos in direzione Bono. Nel pomeriggio fate tappa a Pattada per la visita del Museo di storia e tradizione sarda nel quale, tra i numerosissimi oggetti, sono esposti i tipici coltelli sardi: la “Pattadese”. Nel tardo pomeriggio fate rientro ad Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 3)Alghero-Gavoi - 194km

    Stamattina dirigetevi a sud verso Bosa percorrendo la litoranea Alghero-Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Vi aspettano infatti 53 Km di curve che costeggiano il mare della costa che unisce la Nurra al Logudoro che vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e per i suoi colori. Toccherete con mano come in quest’isola bastino pochi km per ritrovarsi in un luogo completamente diverso, a partire dal colore della terra fino a quello del mare. Da Bosa inizia il vostro viaggio verso il centro della Sardegna in direzione Aritzo, piccola cittadina costruita in cima alle montagne nel centro della Sardegna ed immersa tra boschi antichissimi che vi faranno dimenticare di essere su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo. Per il pranzo vi consigliamo il ristorante "Aritzo". Nel pomeriggio tornate verso Nord in direzione Gavoi, dove le montagne del Supramonte con le sue centinaia di curve ad alta quota vi faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Una volta giunti a destinazione concedetevi il meritato riposo soggiornando all’Hotel Taloro dove vi consigliamo una cena tipica sarda.

    Giorno 4)Gavoi-Arbatax - 261km

    Sarà una tratta all’insegna di strade e panorami mozzafiato nelle zone più ad alta quota dell’isola. Passerete per Fonni, unica località sciistica dell’Isola, Gadoni, Seulo e Seui. Attraverserete inoltre Gairo Vecchia, un suggestivo paesino abbandonato ai piedi della montagna franante, dove il tempo pare essersi fermato. La parte guidata sarà più breve del solito per permettervi di arrivare ad Arbatax dove potrete vivere un’esperienza unica al ristornate "Sant’Efisio", un posto apparentemente poco curato che vi saprà stupire per i suoi sapori tipici e per i suoi Culurgiones, una tradizionale pasta fatta in casa. Godetevi poi un po’ di relax presso il Resort Il Saraceno, dove una spiaggia privata e una piscina sul mare vi lasceranno incantati.

    Giorno 5)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Mille curve

  • Moto + Hotel
    da 177€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    5
    Km
    1111
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente Su Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatax-Arbatax - 274km

    La giornata di oggi è all’insegna della cultura e della storia più antica della Sardegna. Dirigetevi verso Sud nel tratto della SS 125 Orientale Sarda che collega Arbatax a Muravera per poi addentrarvi verso il centro dell’isola in direzione Barumini dove non potete non far visita alla reggia nuragica: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’Isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo un pranzo veloce rientrate verso Arbatax passando attraverso una parte di Sardegna incontaminata con una bassissima densità di popolazione, nella quale la natura e gli animali al pascolo sono i veri padroni di casa.

    Giorno 3)Arbatax-Bosa - 232km

    Oggi attraverserete la Sardegna da parte a parte passando per le località più belle del Supramonte. Potrete ammirare paesaggi di montagna ricchi di storia e peculiarità enogastronomiche, le rovine della cittadina abbandonata di Gairo passando per Ulassai, Seulo, Aritzo e Tonara dove vi potrete fermare per assaggiare il torrone, dolce tipico fatto con mandorle, noci e miele. Siete ancora nel pieno centro dell’isola e dovete attraversare tutta la zona del Logudoro per arrivare nella costa Ovest, a Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale.

    Giorno 4)Bosa-Santa Teresa - 241km

    Iniziate la giornata affrontando la litoranea Bosa-Alghero, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata una delle strade più belle del mondo. 53 Km di curve che costeggiano il tratto di costa che unisce la Nurra al Logudoro, vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e color. Arrivati ad Alghero, non potete non fermarvi per un caffè Riservato beach Bar, un locale sul mare al centro della città che vi lascerà a bocca aperta. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia “La pelosa”, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. Dirigetevi verso Est in direzione Castelsardo, attraverserete tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare alla litoranea panoramica che porta al borgo medievale dove vi consigliamo la visita al castello e un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Nel pomeriggio proseguite in direzione Est per raggiungere Santa Teresa in una strada caratterizzata dai bellissimi panorami e dalla macchia mediterranea. Per la cena non possiamo che consigliarvi il ristorante “Eat Sardegna”, dove il mitico Mario vi farà degustare le sue specialità sarde.

    Giorno 5)Santa Teresa-Olbia - 143km

    Nella giornata di oggi visiterete l’isola di La Maddalena. Non dovrete far altro che percorrere i pochi km che vi separano da Palau per poter prendere il traghetto che vi farà sbarcare sull’isola. Qui potrete scegliere se fare il giro delle isole di Caprera e La Maddalena a bordo della vostra moto o tuffarvi nelle limpidissime acque dell’arcipelago. Al rientro verso Olbia, attraverserete la famosissima Costa Smeralda meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Mille colori

  • Moto + Hotel
    da 189€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    6
    Km
    1370
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente Su Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatax-Arbatax - 229km

    Paesaggi selvaggi, boschi, panorami e tante, tante curve saranno i protagonisti di questa bellissima giornata tra le montagne del Gennargentu. L’itinerario di oggi vi permetterà di infatti scoprire alcuni tra luoghi più belli dell’isola, percorrendo delle strade che paiono disegnate su misura per i motociclisti. Iniziate il tour passando per Tonara, paesino di montagna dove viene prodotto il torrone: dolce tipico sardo creato da un impasto di mandorle, noci e miele. Successivamente raggiungete Aritzo, paese immerso nei boschi, è la capitale di produzione delle castagne. Nel pomeriggio continuate in direzione Est per rientrare verso Arbatax passando per Gairo Vecchia, un suggestivo paese abbandonato ai piedi di una montagna franante.

    Giorno 3)Arbatax-Cagliari - 188km

    Da Arbatax dirigetevi verso Sud in direzione Muravera e Costa Rei, in questa zona potrete vedere e visitare alcune delle spiagge più belle dell’isola, lambite da un mare tra il verde smeraldo e l’azzurro cielo. Una volta arrivati a Villasimius percorrete la bellissima litoranea che conduce fino a Cagliari, la capitale dell’isola. Per pranzo vi consigliamo “Il Frontemare”, ristorantino di pesce al Poetto, la grandissima spiaggia cittadina. Nel pomeriggio potrete visitare l’elegante città, facendo una passeggiata nel centro storico e salendo sul castello con il suo belvedere che domina il golfo.

    Giorno 4)Cagliari-Portu Maga - 260km

    Fate rotta verso Sud Ovest in direzione Pula. Lungo il percorso non perdetevi la spiaggia Baia Chia, tra le più belle della Sardegna! Proseguite verso l’isola di Carloforte, un’ex colonia genovese dove, ancora oggi, le tradizioni liguri tra cui il dialetto genovese e la pesca del tonno sono vivissime. Qui potrete visitare il piccolo centro urbano con il suo lungomare e fare l’intero giro dell’isola, godendo di scorci di mare da favola. Una volta rientrati sulla terra ferma proseguite in direzione Masua attraversando tutta la provincia del Sulcis-Iglesiente, una zona mineraria ricca di cave abbandonate, attualmente tra le più povere dell’Isola. Arrivati a Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti dal vedere un enorme faraglione in mezzo al mare, si tratta del Pan di zucchero, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Dopo un pranzo veloce raggiungete Portu Maga per la notte. Ma le sorprese della giornate non sono ancora finite perché siete a pochi passi da Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa. Con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino è uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere!

    Giorno 5)Portu Maga-Alghero - 233km

    Oggi farete rotta verso Nord in direzione Torre dei Corsari, dove sabbia e panorami desertici sono i protagonisti di questa zona. Arriverete nelle calde pianure dell’Oristanese, guidando tra enormi risaie e allevamenti per la produzione di latte. In cerca di un po di curve, vi spingerete verso il centro Sardegna passando per i centri abitati di Samugheo, Santulussurgiu e Cuglieri, per arrivare a Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Nel pomeriggio vivrete uno dei pezzi forti del vostro viaggio guidando nella tratta costiera che vi condurrà fino ad Alghero, capitale della Riviera del Corallo. La litoranea Alghero-Bosa, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata una delle strade più belle del Mondo. 53 Km di curve che costeggiano la tratta di mare che unisce la Nurra al Logudoro vi colpirà, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e colori. Una volta arrivati ad Alghero sarà d’obbligo un aperitivo mozzafiato al "Riservato Beach Bar". Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, immergervi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 6)Alghero-Olbia - 239km

    Dirigetevi verso il promontorio di Capocaccia dal quale potrete visitare il bellissimo belvedere che si affaccia sull’isola Foradada a ovest, e sulla baia di Porto Conte a est. Da qui potrete inoltre godere del suggestivo skyline della città fortificata di Alghero. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia La pelosa, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. La prossima tappa è Castelsardo: attraversate tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare poi alla litoranea che porta al bellissimo borgo medievale; vi consigliamo la visita al castello e a seguire il pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo pranzo, abbandonate il mare per dirigervi verso Olbia passando dall’interno: qui attraverserete i paesi di Perfugas, Tempio e Calangianus collegati tra loro da strade ricche di curve immerse in boschi di sughero, una delle caratteristiche della Gallura.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Da costa a costa

  • Moto + Hotel
    da 178€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    6
    Km
    1342
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari.

    Giorno 2)Alghero-Alghero - 234km

    Dirigetevi verso Villanova Monteleone, dove vi addentrerete nel cuore della Sardegna, attraversando la natura incontaminata della Foresta Burgos in direzione Bono. Nel pomeriggio fate tappa a Pattada per la visita del Museo di Storia e Tradizione Sarda nel quale, tra i numerosissimi oggetti, sono esposti i tipici coltelli sardi: la “Pattadese”. Nel tardo pomeriggio fate rientro ad Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 3)Alghero-Gavoi - 194km

    Stamattina dirigetevi a sud verso Bosa percorrendo la litoranea Alghero-Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Vi aspettano infatti 53 Km di curve che costeggiano il mare della costa che unisce la Nurra al Logudoro che vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e per i suoi colori. Toccherete con mano come in quest’isola bastino pochi km per ritrovarsi in un luogo completamente diverso, a partire dal colore della terra fino a quello del mare. Da Bosa inizia il vostro viaggio verso il centro della Sardegna in direzione Aritzo, piccola cittadina costruita in cima alle montagne nel centro della Sardegna ed immersa tra boschi antichissimi che vi faranno dimenticare di essere su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo. Nel pomeriggio tornate verso Nord in direzione Gavoi, dove le montagne del Supramonte con le sue centinaia di curve ad alta quota vi faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Una volta giunti a destinazione concedetevi il meritato riposo soggiornando all’Hotel Taloro dove vi consigliamo una cena tipica sarda.

    Giorno 4)Gavoi-Arbatax - 161km

    Sarà una tratta all’insegna di strade e panorami mozzafiato nelle zone più ad alta quota dell’isola. Passerete per Fonni, unica località sciistica dell’Isola, Gadoni, Seulo e Seui. Attraverserete inoltre Gairo Vecchia, un suggestivo paesino abbandonato ai piedi della montagna franante, dove il tempo pare essersi fermato. La parte guidata sarà più breve del solito per permettervi di arrivare ad Arbatax dove potrete vivere un’esperienza unica al ristornate "Sant’Efisio", un posto apparentemente poco curato che vi saprà stupire per i suoi sapori tipici e per i suoi culurgiones, una tradizionale pasta fatta in casa. Godetevi poi un po’ di relax presso il Resort Il Saraceno, dove una spiaggia privata e una piscina sul mare vi lasceranno incantati.

    Giorno 5)Arbatax-Arbatax - 274km

    La giornata di oggi è all’insegna della cultura e della storia più antica della Sardegna. Dirigetevi verso Sud nel tratto della SS 125 Orientale Sarda che collega Arbatax a Muravera per poi addentrarvi verso il centro dell’isola in direzione Barumini dove non potete non far visita alla reggia nuragica: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’Isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo un pranzo veloce rientrate verso Arbatax passando attraverso una parte di Sardegna incontaminata con una bassissima densità di popolazione, nella quale la natura e gli animali al pascolo sono i veri padroni di casa.

    Giorno 6)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Mare infinito

  • Moto + Hotel
    da 184€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    6
    Km
    1399
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari.

    Giorno 2)Alghero-Alghero - 234km

    Dirigetevi verso Villanova Monteleone, dove vi addentrerete nel cuore della Sardegna, attraversando la natura incontaminata della Foresta Burgos in direzione Bono. Nel pomeriggio fate tappa a Pattada per la visita del Museo di Storia e Tradizione Sarda nel quale, tra i numerosissimi oggetti, sono esposti i tipici coltelli sardi: la “Pattadese”. Nel tardo pomeriggio fate rientro ad Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari. Una volta arrivati concedetevi un po’ di sano relax sorseggiando un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, perdetevi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 3)Alghero-Gavoi - 194km

    Stamattina dirigetevi a sud verso Bosa percorrendo la litoranea Alghero-Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Vi aspettano infatti 53 Km di curve che costeggiano il mare della costa che unisce la Nurra al Logudoro che vi colpiranno, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e per i suoi colori. Toccherete con mano come in quest’isola bastino pochi km per ritrovarsi in un luogo completamente diverso, a partire dal colore della terra fino a quello del mare. Da Bosa inizia il vostro viaggio verso il centro della Sardegna in direzione Aritzo, piccola cittadina costruita in cima alle montagne nel centro della Sardegna ed immersa tra boschi antichissimi che vi faranno dimenticare di essere su un’isola nel cuore del Mar Mediterraneo. Nel pomeriggio tornate verso Nord in direzione Gavoi, dove le montagne del Supramonte con le sue centinaia di curve ad alta quota vi faranno vivere un’esperienza indimenticabile. Una volta giunti a destinazione concedetevi il meritato riposo soggiornando all’Hotel Taloro dove vi consigliamo una cena tipica sarda.

    Giorno 4)Gavoi-Cagliari - 249km

    Oggi vi sveglierete con una colazione vista mare mozza fiato. Visiterete Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa, con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino, è sicuramente uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere! Vi dirigerete poi verso Portixeddu, decidendo se attraversare il deserto offroad (verificando che le condizioni lo permettano) oppure aggirarlo, passando per Ingustosu. Vi aspetterà una strada ricca di paesaggi che non vi deluderà. Entrerete nella zona di estrazione mineraria più importante dell’isola facendo rotta verso Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti nel vedere un enorme faraglione in mezzo al mare. Si tratta del “Pan di zucchero”, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Proseguirete verso Sud, raggiungendo l’isola di Sant’Antioco per un pranzo a Calasetta. Se siete amanti del pesce siete nel posto giusto, in questa zona infatti la pesca del tonno è la fonte di reddito primaria da secoli. Prima di dirigervi verso Cagliari non perdetevi i 50km di costa che delimitano questa caratteristica isola. Dopo oltre 250km di tracciato non vedrete l’ore di per godervi una serata di relax nella città più elegante della Sardegna.

    Giorno 5)Cagliari-Arbatx- - 243km

    La giornata odierna è all’insegna della guida, delle curve e del divertimento. Si inizia subito con il primo pezzo delle SS125 Orientale Sarda, che collega Cagliari con Santa Teresa. La parte più a sud di questa fantastica strada, nella zona di Burcei è davvero particolare poiché in pochi chilometri lo scenario intorno a voi cambierà velocemente facendovi sentire all’interno di Canyon Americano. Poco prima di Tertenìa svoltate verso Perdasdefogu ed entrerete nella parte più antica della Sardegna: la Barbagia. Qui sarete circondati dalle montagne del Gennargentu nella provincia di Nuoro. Curve, boschi e paesaggi di montagna diventeranno i protagonisti di questa giornata. Dopo aver pranzato a Seui attraverserete Gairo Vecchia, un paese abbandonato ai piedi di una montagna franante, Ulassai e Lanusei per poi raggiungere Arbatax, dove potrete rilassarvi e passa la notte.

    Giorno 6)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Gran Tour Olbia I

  • Moto + Hotel
    da 179€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    7
    Km
    1554
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Riassunto
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Alghero - 227km

    La giornata di oggi non può che iniziare attraversando la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove una strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti. Passerete per le località turistiche di Palau e di Santa Teresa, dove ai piedi del faro di Capo Testa potrete rinfrancare il vostro spirito gustando un buon caffè, ammirando le Bocche di Bonifacio e le bianche scogliere della Corsica. Proseguite poi verso Castelsardo, tenendo il mare alla vostra destra nella litoranea che attraversa tutta la parte Nord della Sardegna: la macchia mediterranea ed il profumo delle bacche di mirto saranno il vostro compagno di viaggio. Una volta arrivati a Castelsardo, antico borgo arroccato a picco sul mare, vi consigliamo la visita del castello ed un pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo un ottimo pranzo a base di pesce dirigetevi verso Alghero, attraversando tutta la provincia di Sassari.

    Giorno 2)Alghero-Alghero - 122km

    Iniziate la giornata con la visita alle Grotte di Nettuno: direttamente dal porto turistico sarà possibile prendere il battello che vi porterà all’ingresso della grotta più grande del mediterraneo con oltre 2 milioni di anni di formazione. Terminata la visita salite in sella alla moto e dirigetevi a Sud, verso Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Per arrivarci percorrerete una strada litoranea candidata a diventare patrimonio dell’Unesco per le sue curve a picco sul mare e per i suoi panorami mozzafiato. Dopo un pranzo a base di pesce ed una passeggiata nel caratteristico centro storico, nel pomeriggio vi aspettano un po’ di curve in direzione Villanova Monteleone che vi riporteranno, passando attraverso diversi paese di montagna, ad Alghero. Per cena vi consigliamo la pizzeria “El pultal”: situata nel cuore del centro storico della città, potrete provare la famosissima pizza al metro di Luigi, una garanzia.

    Giorno 3)Alghero-Arbatax - 220km

    Dirigetevi verso Villanova Monteleone per attraversare tutta la Sardegna in direzione Est passando attraverso la sconfinata Foresta Burgos tra Bono, Nuoro e Oliena per arrivare ai piedi della catena del Monte Corrasi. La destinazione è il ristorante “Su Gologone”, a due passi dall’ omonima sorgente che vi consigliamo di visitare. Qui potrete assaporare un pranzo con il meglio della tradizione gastronomica Sarda, accompagnato da un’atmosfera ed una cura del dettaglio unici. Dopo il pranzo (sicuramente abbondante!) è d’obbligo la visita alle Botteghe D’arte del ristorante dove il gentilissimo personale della struttura vi racconterà la storia e le origini di questo angolo di Sardegna. Nel pomeriggio scendete velocemente di quota percorrendo un tratto di strada con panorami vista mare mozzafiato che vi condurrà dalle montagne di Dorgali a Cala Gonone, vivace borgo sul mare famoso per le sue spiagge accessibili solo via mare.

    Giorno 4)Arbatax-Portu Maga - 241km

    Stamattina guiderete nel centro più antico della Sardegna, ritrovandovi in alta quota tra le località di montagna di Oliena, Orgosolo, Fonni, Desulo e Aritzo. Luoghi magici, ricchi di storia e tradizioni secolari; qui vi accorgerete di quanto la natura e le persone siano diverse rispetto alle zone costiere, ma l’accoglienza e la gentilezza della popolazione vi accompagneranno durante tutta il percorso. Superate le montagne arriverete nella pianura della Giara di Gesturi dove, dopo un pranzo veloce, vi consigliamo la visita della Reggia Nuragica di Barumini: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’Isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo la visita fate rotta verso Est in direzione Portu Maga, dove potrete cenare e passare la notte.

    Giorno 5)Portu Maga-Cagliari - 249km

    Oggi vi sveglierete con una colazione vista mare mozza fiato. Visiterete Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa, con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino, è sicuramente uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere! Vi dirigerete poi verso Portixeddu, decidendo se attraversare il deserto offroad (verificando che le condizioni lo permettano) oppure aggirarlo, passando per Ingustosu. Vi aspetterà una strada ricca di paesaggi che non vi deluderà. Entrerete nella zona di estrazione mineraria più importante dell’isola facendo rotta verso Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti nel vedere un enorme faraglione in mezzo al mare. Si tratta del “Pan di zucchero”, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Proseguirete verso Sud, raggiungendo l’isola di Sant’Antioco per un pranzo a Calasetta. Se siete amanti del pesce siete nel posto giusto, in questa zona infatti la pesca del tonno è la fonte di reddito primaria da secoli. Prima di dirigervi verso Cagliari non perdetevi i 50km di costa che delimitano questa caratteristica isola. Dopo oltre 250km di tracciato non vedrete l’ore di per godervi una serata di relax nella città più elegante della Sardegna.

    Giorno 6)Cagliari-Arbatax - 243km

    La giornata odierna è all’insegna della guida, delle curve e del divertimento. Si inizia subito con il primo pezzo delle SS125 Orientale Sarda, che collega Cagliari con Santa Teresa. La parte più a sud di questa fantastica strada, nella zona di Burcei è davvero particolare poiché in pochi chilometri lo scenario intorno a voi cambierà velocemente facendovi sentire all’interno di canyon americano. Poco prima di Tertenìa svoltate verso Perdasdefogu ed entrerete nella parte più antica della Sardegna: la Barbagia. Qui sarete circondati dalle montagne del Gennargentu nella provincia di Nuoro. Curve, boschi e paesaggi di montagna diventeranno i protagonisti di questa giornata. Dopo aver pranzato a Seui attraverserete Gairo Vecchia, un paese abbandonato ai piedi di una montagna franante, Ulassai e Lanusei per poi raggiungere Arbatax, dove potrete rilassarvi e passa la notte.

    Giorno 7)Arbatax-Olbia - 252km

    Dirigetevi verso Nord in direzione Dorgali nel tratto più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Attraversate le località turistiche di San Teodoro, Siniscola e Budoni fino a Porto Taverna dove potrete pranzare con i piedi sulla sabbia nel bellissimo ristorante "12.1", ammirando l’Isola di Tavolara. Nel pomeriggio raggiungete la Costa Smeralda, meta del jet set internazionale, dove la strada panoramica a picco sul mare cristallino, yatch e ville da sogno incastonate nella natura vi faranno sognare ad occhi aperti.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Gran Tour Olbia II

  • Moto + Hotel
    da 192€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    7
    Km
    1624
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Arbatax - 221km

    Oggi vi addentrerete nel centro della Sardegna passando per Alà dei Sardi, Buddusò, Bitti ed infine Oliena, raggiungendo uno dei ristoranti più importanti dell’isola: immerso nel verde ai piedi della catena del Gennargentu, il ristorante "Su Gologone" vi farà vivere un'esperienza enogastronimica unica in un contesto storico-culturale e naturalistico di altissimo livello. Potrete inoltre visitare la sorgente Su Gologone a pochi passi dal ristorante. Il pranzo sarà abbondante e nel pomeriggio vi aspetta ancora tanto strada! Vi ritroverete nel tratti più bello della SS 125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti.

    Giorno 2)Arbatx-Arbatax - 229km

    Paesaggi selvaggi, boschi, panorami e tante, tante curve saranno i protagonisti di questa bellissima giornata tra le montagne del Gennargentu. L’itinerario di oggi vi permetterà di infatti scoprire alcuni tra luoghi più belli dell’isola, percorrendo delle strade che paiono disegnate su misura per i motociclisti. Iniziate il tour passando per Tonara, paesino di montagna dove viene prodotto il torrone: dolce tipico sardo creato da un impasto di mandorle, noci e miele. Successivamente raggiungete Aritzo, paese immerso nei boschi, è la capitale di produzione delle castagne. Nel pomeriggio continuate in direzione Est per rientrare verso Arbatax passando per Gairo Vecchia, un suggestivo paese abbandonato ai piedi di una montagna franante.

    Giorno 3)Arbatax-Cagliari - 188km

    Da Arbatax dirigetevi verso Sud in direzione Muravera e Costa Rei, in questa zona potrete vedere e visitare alcune delle spiagge più belle dell’isola, lambite da un mare tra il verde smeraldo e l’azzurro cielo. Una volta arrivati a Villasimius percorrete la bellissima litoranea che conduce fino a Cagliari, la capitale dell’isola. Per pranzo vi consigliamo “Il Frontemare”, ristorantino di pesce al Poetto, la grandissima spiaggia cittadina. Nel pomeriggio potrete visitare l’elegante città, facendo una passeggiata nel centro storico e salendo sul castello con il suo belvedere che domina il golfo.

    Giorno 4)Cagliari-Cagliari - 254km

    Si inizia subito con il primo pezzo delle Strada Statale 125 Orientale Sarda, che collega Cagliari con Santa Teresa. La parte più a sud di questa fantastica strada, nella zona di Burcei è davvero particolare poiché in pochi chilometri lo scenario intorno a voi cambierà velocemente facendovi sentire all’interno di canyon americano. Una volta superata Muravera, curve, belle strade e panorami fantastici vi separano dalla reggia nuragica di Barumini: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’Isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo la visita, rientrate verso Cagliari per godervi una serata di relax nella città più elegante della Sardegna.

    Giorno 5)Cagliari-Portu Maga - 260km

    Fate rotta verso Sud Ovest in direzione Pula. Lungo il percorso non perdetevi la spiaggia Baia Chia, tra le più belle della Sardegna! Proseguite verso l’isola di Carloforte, un’ex colonia genovese dove, ancora oggi, le tradizioni liguri tra cui il dialetto genovese e la pesca del tonno sono vivissime. Qui potrete visitare il piccolo centro urbano con il suo lungomare e fare l’intero giro dell’isola, godendo di scorci di mare da favola. Una volta rientrati sulla terra ferma proseguite in direzione Masua attraversando tutta la provincia del Sulcis-Iglesiente, una zona mineraria ricca di cave abbandonate, attualmente tra le più povere dell’Isola. Arrivati a Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti dal vedere un enorme faraglione in mezzo al mare, si tratta del “Pan di zucchero”, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Dopo un pranzo veloce raggiungete Portu Maga per la notte. Ma le sorprese della giornate non sono ancora finite perché siete a pochi passi da Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa. Con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino è uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere!

    Giorno 6)Portu Maga-Alghero - 233km

    Oggi farete rotta verso Nord in direzione Torre dei Corsari, dove sabbia e panorami desertici sono i protagonisti di questa zona. Arriverete nelle calde pianure dell’Oristanese, guidando tra enormi risaie e allevamenti per la produzione di latte. In cerca di un po di curve, vi spingerete verso il centro Sardegna passando per i centri abitati di Samugheo, Santulussurgiu e Cuglieri, per arrivare a Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale, dove potrete pranzare. Nel pomeriggio vivrete uno dei pezzi forti del vostro viaggio guidando nella tratta costiera che vi condurrà fino ad Alghero, capitale della Riviera del Corallo. La litoranea Alghero-Bosa, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata una delle strade più belle del Mondo. 53 Km di curve che costeggiano la tratta di mare che unisce la Nurra al Logudoro vi colpirà, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e colori. Una volta arrivati ad Alghero sarà d’obbligo un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, immergervi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 7)Alghero-Olbia - 239km

    Dirigetevi verso il promontorio di Capocaccia dal quale potrete visitare il bellissimo belvedere che si affaccia sull’isola Foradada a ovest, e sulla baia di Porto Conte a est. Da qui potrete inoltre godere del suggestivo skyline della città fortificata di Alghero. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia La pelosa, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. La prossima tappa è Castelsardo: attraversate tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare poi alla litoranea che porta al bellissimo borgo medievale; vi consigliamo la visita al castello e a seguire il pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo pranzo, abbandonate il mare per dirigervi verso Olbia passando dall’interno: qui attraverserete i paesi di Perfugas, Tempio e Calangianus collegati tra loro da strade ricche di curve immerse in boschi di sughero, una delle caratteristiche della Gallura.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".

  • Stazione di partenza
    Olbia

    Gran Tour Olbia III

  • Moto + Hotel
    da 183€/giorno
    Scopri di più!
  • Numero giorni
    7
    Km
    1740
    Pernottamenti
    Hotel e agriturismi selezionati 3/4 stelle.
    Programma

    Giorno 1)Olbia-Bitti - 245km

    La giornata inizierà con il primo tratto della Strada Statale 125 Orientale Sarda, attraversando alcune delle più belle e famose località turistiche della Costa Est: da Porto San Paolo a San Teodoro, fino a Orosei da cui abbandonerete la costa per entrare verso il centro Sardegna. Visiterete Mamoiada, Orgosolo con i suoi famosi Murales, e Oliena, fino al ristorante “Su gologone”, a due passi dall’ omonima sorgente che vi consigliamo di visitare. Qui potrete assaporare un pranzo con il meglio della tradizione gastronomica sarda, accompagnato da un’atmosfera ed una cura del dettaglio unici. Dopo il pranzo (sicuramente abbondante!) è d’obbligo la visita alle Botteghe D’arte del ristorante dove il gentilissimo personale della struttura vi racconterà la storia e le origini di questo angolo di Sardegna. Nel pomeriggio tanti km di curve vi separeranno dal centro abitato di Bitti, dove potrete fermarvi per cena al bellissimo "Hotel Ristorante Su Lithu".

    Giorno 2)Bitti-Bitti - 271km

    Siamo nel cuore della Sardegna ma oggi vi dirigerete verso Nord fino a Castelsardo passando per Pattada, dove potrete visitare il Museo di Storia e Tradizione Sarda nel quale, tra i numerosissimi oggetti, sono esposti i tipici coltelli sardi: la “Pattadese”. Una volta arrivati a Castelsardo, borgo di pescatori arroccato a picco sul mare, non potete non visitare il Castello medievale. Vi consigliamo di pranzare nel bellissimo ristorante "L’incantu" con la sua vista mozzafiato sul golfo. Dopo il pranzo tornate verso Bitti attraversando Tempio, Calangianus e la zona di coltivazione vitivinicola di Monti nella quale si produce l’uva del rinomato vino bianco sardo, il “Vermentino”. Ancora un po’ di curve vi separano dalla meta con i paesaggi di montagna che tornano a essere protagonisti fino al rientro in hotel.

    Giorno 3)Bitti-Cagliari - 238km

    Oggi salutate Bitti per andare verso Sud, ma prima di abbandonare le montagne del Gennargentu, godetevi il tratto più bello della SS125 Orientale Sarda, quello che unisce Dorgali a Tortolì: le montagne, la gola di Su Gorroppu ed i paesaggi di quest’angolo incontaminato di Sardegna vi regaleranno emozioni forti. Dopo un pranzo veloce lungo la strada proseguite verso Cagliari lungo tutta la SS125 che nell’ultimo tratto, nei pressi di Burcei si trasformerà completamente facendovi sentire all’interno di un canyon americano. Arrivati a Cagliari, capitale dell’isola, potrete visitare l’elegante centro storico e salendo sul castello con il suo belvedere che domina il golfo.

    Giorno 4)Cagliari-Cagliari - 254km

    Si inizia subito con il primo pezzo delle Strada Statale 125 Orientale Sarda, che collega Cagliari con Santa Teresa. La parte più a sud di questa fantastica strada, nella zona di Burcei è davvero particolare poiché in pochi chilometri lo scenario intorno a voi cambierà velocemente facendovi sentire all’interno di canyon americano. Una volta superata Muravera, curve, belle strade e panorami fantastici vi separano dalla reggia nuragica di Barumini: il più grande insediamento nuragico risalente a oltre 4000 anni fa. In questo luogo magico le guide vi faranno immergere nella storia più antica dell’isola e vi racconteranno la vita degli abitanti della Sardegna tra guerre, religione, società e usanze. Dopo la visita, rientrate verso Cagliari per godervi una serata di relax nella città più elegante della Sardegna.

    Giorno 5)Cagliari-Portu Maga - 260km

    Fate rotta verso Sud Ovest in direzione Pula. Lungo il percorso non perdetevi la spiaggia Baia Chia, tra le più belle della Sardegna! Proseguite verso l’isola di Carloforte, un’ex colonia genovese dove, ancora oggi, le tradizioni liguri tra cui il dialetto genovese e la pesca del tonno sono vivissime. Qui potrete visitare il piccolo centro urbano con il suo lungomare e fare l’intero giro dell’isola, godendo di scorci di mare da favola. Una volta rientrati sulla terra ferma proseguite in direzione Masua attraversando tutta la provincia del Sulcis-Iglesiente, una zona mineraria ricca di cave abbandonate, attualmente tra le più povere dell’isola. Arrivati a Masua, lungo la litoranea rimarrete stupiti dal vedere un enorme faraglione in mezzo al mare, si tratta del “Pan di zucchero”, nome dovuto al colore molto chiaro della roccia di cui è composto. Vi consigliamo la visita guidata di Porto Flavia, una miniera a picco sul mare che vi lascerà senza parole. Dopo un pranzo veloce raggiungete Portu Maga per la notte. Ma le sorprese della giornate non sono ancora finite perché siete a pochi passi da Piscinas, il deserto naturale più grande d’Europa. Con le sue alte dune di sabbia bianca affacciate su un mare cristallino è uno dei luoghi più magici dell’isola. Tranquilli, rimanere spaesati è il minimo che vi possa accadere!

    Giorno 6)Portu Maga-Alghero - 233km

    Oggi farete rotta verso Nord in direzione Torre dei Corsari, dove sabbia e panorami desertici sono i protagonisti di questa zona. Arriverete nelle calde pianure dell’Oristanese, guidando tra enormi risaie e allevamenti per la produzione di latte. In cerca di un po di curve, vi spingerete verso il centro Sardegna passando per i centri abitati di Samugheo, Santulussurgiu e Cuglieri, per arrivare a Bosa, rinomato borgo di pescatori, famoso per il suo porto canale e per il castello medievale. Nel pomeriggio vivrete uno dei pezzi forti del vostro viaggio guidando nella tratta costiera che vi condurrà fino ad Alghero, capitale della Riviera del Corallo. La litoranea Alghero-Bosa, candidata a diventare patrimonio dell’Unesco, è giudicata una delle strade più belle del Mondo. 53 Km di curve che costeggiano la tratta di mare che unisce la Nurra al Logudoro vi colpirà, oltre che per la qualità del tracciato guidato anche per i suoi profumi e colori. Una volta arrivati ad Alghero sarà d’obbligo un aperitivo mozzafiato al Riservato Beach Bar. Solo dopo aver visto il sole tramontare sul mare, immergervi nelle strette vie del centro storico dove avrete un’ampia scelta di ristoranti tipici, tra questi vi consigliamo “La bifora”, situato sui bastioni che dominano il porto turistico.

    Giorno 7)Alghero-Olbia - 239km

    Dirigetevi verso il promontorio di Capocaccia dal quale potrete visitare il bellissimo belvedere che si affaccia sull’isola “Foradada” a ovest, e sulla baia di Porto Conte a est. Da qui potrete inoltre godere del suggestivo skyline della città fortificata di Alghero. Proseguite in direzione Nord verso Stintino dove potrete visitare la spiaggia “La pelosa”, giudicata una delle spiagge più belle del mondo per la sua acqua cristallina e la sua sabbia finissima. La prossima tappa è Castelsardo: attraversate tutta la pineta della Marina di Sorso per arrivare poi alla litoranea che porta al bellissimo borgo medievale; vi consigliamo la visita al castello e a seguire il pranzo al ristorante “L’incantu” accompagnati dalla splendida vista che lo caratterizza. Dopo pranzo, abbandonate il mare per dirigervi verso Olbia passando dall’interno: qui attraverserete i paesi di Perfugas, Tempio e Calangianus collegati tra loro da strade ricche di curve immerse in boschi di sughero, una delle caratteristiche della Gallura.

    Compreso

    - Moto a scelta tra la categoria Standard

    RC (responsabilità civile) e “polizza guidatore”

    - Pernottamento in Hotel 3/4 stelle in camera singola o matrimoniale

    - Assistenza tecnica, primo soccorso

    - Assistenza telefonica h24

    Non compreso

    - Voli e traghetti da e per la Sardegna (disponibili su richiesta)

    - Deposito cauzionale pari al 20% del valore del mezzo

    - Carburante e pasti

    - Notte precedente e antecedente al noleggio (disponibile su richiesta)

    - Ricambi e materiale necessari all'eventuale riparazione dei veicoli

    - Guida turistica (disponibile su richesta)

    - Tutto ciò non specificato ne "La quota comprende".